Showing posts from tagged with: adolescenti violenti

Comportamento Oppositivo-Provocatorio

Pubblicato il: ottobre 3, 2014 | 0 Commenti

Comportamento Oppositivo-Provocatorio

Il comportamento oppositivo-provocatorio si manifesta con una persistente e continua opposizione rispetto a regole, limiti o divieti attraverso sfide,atteggiamenti disturbanti,attacchi che possono divenire distruttivi verso gli altri e/o i beni materiali. Negli adolescenti, l'opposizione può sfociare in rabbia e in alcuni casi in violenza, verso gli altri o verso se stessi.


Richiesta Informazioni - Appuntamento

Nome e Cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Età

Città di Residenza

Scegli la sede dove fissare l'appuntamento

Oggetto

Il tuo messaggio

Per inviare la richiesta scrivere nel campo il codice visualizzato di seguito captcha

Accettazione Privacy

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

psicologo comportamento oppositivo provocatorio verona, psicologo comportamento oppositivo provocatorio brescia, montecatini

Problemi Adolescenza e Infanzia

Pubblicato il: ottobre 3, 2014 | 0 Commenti

Problemi Adolescenza e Infanzia:

Conflitti Genitori - Figli (comunicazione, regole)

Fobia semplice (paura associata a una o più cose e/o situazione)

Fobia scolare (paura di andare a scuola)

Disturbo da evitamento (rifiuto del contatto con persone non familiari)

Enuresi ed Encopresi

Mutismo selettivo (rifiuto di parlare in determinati contesti come scuola o altre situazioni sociali)

Disturbo ossessivo-compulsivo (presenza di ossessioni e rituali compulsivi)

Disturbo oppositivo-provocatorio (comportamento diffidente, ostile e provocatorio)

Disturbo ossessivo-compulsivo

Disturbi Alimentari

Abbandono

Lutto

Discriminazione

Michele Dolci è specializzato come psicologo adolescenti brescia, ed anche come psicologo adolescenti verona


Richiesta Informazioni - Appuntamento

Nome e Cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Età

Città di Residenza

Scegli la sede dove fissare l'appuntamento

Oggetto

Il tuo messaggio

Per inviare la richiesta scrivere nel campo il codice visualizzato di seguito captcha

Accettazione Privacy

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Pubblicazioni

Pubblicato il: agosto 27, 2014 | 0 Commenti

'Adolescenti violenti. Contro gli altri, contro se stessi' a cura di Dolci M., Rinaldi G., Balbi E., Boggiani E.

 
ACQUISTA IL LIBRO ON LINE SU:Stampa
Il «mestiere» dei giovani consiste nel rifiutare il mondo e la cultura degli adulti. La moderna terapia familiare ci insegna che la violenza non va vista come qualcosa di assurdo e di per sé «cattivo»: rabbia e aggressività sono modi con cui gli adolescenti cercano di comunicare, di dirci qualcosa. D'altra parte, nelle cronache degli ultimi anni termini come bullismo, baby gang, «branco», emo, autolesionismo e suicidio ricorrono sempre più spesso in riferimento ai ragazzi. Qual'è il disagio che si nasconde dietro questi comportamenti, e quando sconfina nella patologia? Esiste un modo per affrontare con successo le esplosioni di violenza di un adolescente, in famiglia come a scuola, verso gli altri o verso se stessi? Qual è il peso del disagio multiculturale nei ragazzi delle famiglie di immigrati? Questo libro racconta in che modo la terapia breve strategica si proponga come trattamento efficace nella soluzione di tali problemi. In linea con il loro approccio, gli autori non si limitano a una trattazione aridamente teorica, ma offrono al lettore un «osservatorio privilegiato», un modo per calarsi nella concreta pratica clinica, tramite la discussione di casi e la trascrizione delle sedute terapeutiche. Un libro indispensabile per tutti coloro che entrano in contatto con il mondo giovanile: genitori, insegnanti, educatori e psicoterapeuti. Link
4e0eaf2f804fa6353a209b9f9bd297f5 VERSIONE SPAGNOLAACQUISTA IL LIBRO ON LINE SU: log
Un libro indispensable para todos los que están en contacto con el mundo juvenil: padres, profesores, educadores y psicoterapeutas. El oficio de los jóvenes consiste en rechazar el mundo y la cultura de los adultos. La moderna terapia familiar nos enseña que no hay que interpretar la violencia como algo absurdo y malo en sí mismo: la rabia y la agresividad son vehículos con que los adolescentes tratan de comunicarse con nosotros, de decirnos alguna cosa. ¿Qué malestar se esconde tras estos comportamientos y cuándo se convierte en patología? ¿Existe alguna forma de afrontar con éxito las explosiones de violencia de un adolescente contra los otros o contra sí mismo, tanto en la familia como en la escuela? ¿Qué peso tiene el malestar multicultural en los hijos de familias inmigrantes? Este libro explica cómo la terapia breve estratégica puede resultar eficaz en el tratamiento de esos problemas. Los autores no se limitan a un árido tratamiento teórico del tema, sino que ofrecen al lector un observatorio privilegiado, una forma de penetrar en la práctica clínica concreta a través de la discusión de casos y la transcripción de sesiones terapéuticas.